WELCOME TO
 www.Cani.net
 dal 1996 il Portale sul Mondo dei Cani
 più diffuso e recensito.
 + 365.000 visitatori Unici/anno.
 + 4.000.000 pagine view/anno.
 + 2.400 utenti iscritti al Forum




Torna alla Home Page »
Torna all'elenco delle Razze »
La Razza Cirneco dell'Etna

origine
Italia

descrizione
Razza di cani da caccia (nota come cirneco dell'Etna), originaria dell'Africa, di piccole dimensioni (46-50 cm di altezza per il maschio, 42-46 cm per la femmina; 10-12 kg di peso per il maschio, 8-10 kg per la femmina). Hanno un'ossatura leggera, una struttura armoniosa e il pelo è liscio e fulvo o fulvo e bianco. Sono segugi per piccola selvaggina, adatti a terreni scoscesi e aspri come quelli circostanti l'Etna, zona in cui vivono da più di un millennio. Sono dotati di un fiuto eccellente e di una grande resistenza alle intemperie. Nonostante siano abili cacciatori di lepri e conigli sono apprezzati anche come cane da compagnia perché hanno un carattere allegro e sono giocherelloni. Richiedono molto esercizio fisico

Immagine Cirneco dell'Etna
Foto Cirneco dell'Etna
altezza e peso
Altezza al garrese: maschi da 46 a 50 cm; femmine da 42 a 46 cm; peso: maschi da 10 a 12 Kg, femmine da 8 a 10 Kg.

taglia
Piccola

occhi
Apparentemente piuttosto piccoli, colore ocra non carico, ambra oppure grigi, mai marrone o nocciola scuro, sono collocati lateralmente; hanno espressione dolce, rime palpebrali ovali con pigmentazione uguale a quella del tartufo.

orecchie
Inserite ben in alto e ravvicinate, portamento eretto e ben rigido ad apertura anteriore, forma triangolare con punta stretta, non vanno amputate. La loro lunghezza non oltrepassa la metà della lunghezza totale della testa.

labbra
Muso a punta con profilo della canna nasale rettilineo, il profilo laterale inferiore è dato dalla mandibola. Le labbra sono fini, sottili e tese e ricoprono appena i denti della mandibola. La commessura labiale è appena visibile. La mascella ha uno sviluppo normale anche se di apparenza non robusta, la mandibola è poco sviluppata ee il mento sfuggente.
Articolazione a forbice e dentatura completa. Il tartufo ha forma piuttosto rettangolare, grande, di colore in armonia al manto (marrone piuttosto scuro, marrone chiaro, carnicino).

 Allevamenti consigliati di Cirneco dell'Etna
 Sei un Allevatore di Cirneco dell'Etna e vorresti inserire la tua Pubblicità in questa pagina?
Contattaci via email per Maggiori Informazioni.

testa
La regione craniale ha forma ovale; gli assi cranio-facciali sono fra di loro appena divergenti o paralleli. Il profilo superiore del cranio è leggermente convesso, il solco frontale poco sviluppato.

collo
Profilo superiore molto arcuato (convesso). Lunghezza: quanto la testa. Forma: leggermente troncoconico, muscoli appariscenti in special modo al suo margine superiore.

tronco
La linea superiore è rettilinea, il garrese elevato sulla linea dorsale, stretto per la convergenza della punta delle scapole; il dorso presenta un profilo superiore rettilineo, con muscoli poco sviluppati; groppa piuttosto piatta, il petto discende all'altezza del gomito. La linea inferiore rimonta, in corrispondenza del ventre, senza forti demarcazioni. Il ventre è asciutto e retratto.

arti
Anteriori in appiombo, con una scapola di lunghezza pari a quasi un terzo dell'altezza al garrese; il braccio è quasi al piano parallelo al mediano del tronco, poco obliquo sull'orizzontale, con una muscolatura del braccio appariscente e netta. I posteriori nell'insieme sono in appiombo; la coscia è lunga e larga. La gamba è poco più corta della coscia.

piedi
Di forma ovale, da lepre, con dita unite fra di loro ed arcuate, unghie forti e ricurve di colore marrone o carnicino-rosa tendente al marrone, mai nere, suole dure e pigmentate del colore di quello delle unghie.

coda
Inserita in basso, di forma piuttosto grossa ed uniforme in tutta la sua lunghezza, coda lunga sino a raggiungere il garretto o leggermente oltrepassarlo, in riposo è portata a scimitarra, in attenzione a tromba sul dorso, pelo raso.

manto
Pelo raso sulla testa, sulle orecchie e sugli arti, semilungo ma ben liscio ed aderente alla cute sul tronco ed alla coda, tessitura vitrea.
Colori: fulvo, monocolore più o meno intenso o diluito, come isabella sabbia, ecc.; fulvo e bianco nelle sue gradazioni (lista bianca in testa, lista bianca al petto), piedi bianchi, punta della coda bianca, ventre bianco; meno apprezzato il collare bianco; tollerato il color bianco monocolore o con macchie arancio; ammesso il manto fulvo frammisto di peli più chiari e più scuri.

carattere
Cane da caccia adatto a terreni aspri e alla caccia al coniglio selvatico; ha un grande temperamento, ed è dolce ed affettuoso nel contempo.

andatura
Galoppo ma anche trotto.

difetti
Ogni deviazione delle caratteristiche indicate nella descrizione delle varie regioni costituisce un difetto, che deve essere penalizzato nel giudizio in rapporto alla sua gravità e diffusione. Difetti che portano alla squalifica: enognatismo, monorchidismo, criptorchidismo, depigmentazione totale, occhio gazzuolo. I maschi devono avere due testicoli di aspetto normale e ben discesi nello scroto.

 Per Informazioni scrivici a:
 cani.net@gmail.com